È tempo di pitch: per chi si apriranno le porte dell’incubatore?

L’innovazione applicata allo sport ha una vetrina esclusiva: Wylab. Ed è proprio qui che domani e venerdì, 15 startup mostreranno le loro potenzialità all’unico incubatore Sports Tech in Italia. L’obiettivo? Convincere il comitato di selezione della validità del proprio prodotto o servizio. A fare la differenza saranno l’innovatività dell’idea, il potenziale economico, la scalabilità, il team e il business plan.
Il pitch numero tre sarà il preludio al programma di incubazione che scatterà nel 2018; al termine di questo percorso ogni startup verrà presentata ad un network di investitori e Business Angels con la possibilità di raccogliere fino a 100mila euro.
“Siamo contenti ed eccitati di scoprire che cosa hanno in serbo le nuove startup dello Sport Tech italiano ed europeo – afferma Vittoria Gozzi, Ceo di Wylab – i ragazzi vengono da tutta Europa per presentare le loro iniziative a testimonianza del ricoscimento internazionale acquisito da Wylab in meno di due anni. Le 15 startup preselezionate sono la cernita di un centinaio di realtà che ci hanno scritto in questi mesi sottoponendoci la loro proposta. Ogni startup operante nel campo dello sport e della tecnologia può, in ogni momento, contattarci: sarà valutata ed eventualmente ammessa al prossimo pitch”.

Clicca QUI per scoprire quali sono le startup già incubate in Wylab e che cosa propongono.  #NoPanicPitchDays

 

Leave A Comment